COMUNE DI SAN NAZZARO SESIA

Denominazione abitanti: Sannazzaresi
Numero abitanti: 701
Altitudine: 153 m.s.l.d.m.;
Superficie: 11 Km²
Festa Patronale: 25/7/2017 - Santi Nazario e Celso
Sito Ufficiale: http://www.comune.sannazzarosesia.no.it

Storia e Territorio

Nel 1040 Riprando dei conti di Pombia, poi di Biandrate, fonda l'abbazia dei SS. Nazario e Celso, probabilmente su un preesistente castello. Lo stretto controllo dei conti sull'abbazia contraddistingue i primi secoli di vita del cenobio, sino alla distruzione del borgo di Biandrate, a seguito della quale gli abati, autoproclamatisi conti, iniziano ad esercitare tutti i poteri giurisdizionali sul territorio in cui la comunità si dà nel frattempo un'organizzazione civica. L'autonomia politica, difesa strenuamente dagli abati, dura nei secoli anche sotto i Visconti e gli Sforza. La trasformazione dell'abbazia in beneficio ecclesiastico e il conseguente venir meno della presenza fissa degli abati porta progressivamente, a partire dai primi del '500, alla scomparsa degli antichi diritti e all'integrazione nel Ducato di Milano, di cui anche San Nazzaro subisce le alterne vicende storiche, sino alla proclamazione della Repubblica Cisalpina ad opera di Napoleone, che mette fine alla storia dell'abbazia sopprimendola nel 1801 ed incamerandone i beni nel demanio statale.
Borgo inserito nella pianura risicola, toccato dal fiume Sesia con tipologia rurale caratteristica, vede ora arricchita la vocazione agricola con quella naturalistica, turistica e culturale.


Patrimonio ed Emblemi

Emblema del borgo è l’abbazia benedettina dei SS. Nazario e Celso: un complesso fra i più rilevanti del nord Italia cinto da mura del XV sec, con imponente torre campanaria del 1040 e nartece romanico (sec. XI-XII). Della ricostruzione quattrocentesca sono visitabili la chiesa in stile gotico-lombardo e il chiostro, con affreschi e formelle di cotto a motivi geometrici e floreali.
Altri beni sono l’oratorio di S. Rocco con affreschi del ‘700 e il Santuario della Madonna della Fontana del XVIII sec., con affreschi del Peracino; la ghiacciaia comunale del 1871 e il Museo dei Ceppi "Piero Baudo" con sculture derivate dai rami portati dal fiume.
Nella tradizione popolare, la “processione del guado” tra le due rive del Sesia.
È Comune del Parco Naturale delle Lame del Sesia.
S. Nazzaro Sesia è inserito negli itinerari tematici: archeologici, abbazie e antiche pievi, percorsi devozionali in antichi luoghi d'arte e di fede, cascine storiche-ghiacciaia, Vie Verdi del riso-Abbazie, Sentiero Novara, ippovie, sentieri del Parco naturale delle Lame del Sesia con ibis sacri e punti di osservazione di birdwatching (lungo l'asta del Sesia), itinerari del borgo tra cultura e natura.
Tra i piatti tipici: paniscia, riso e rane, rane fritte e salam d'la duja.
San_Nazzaro.pdf


Mappa

Riso di Vino e d'Acque - P.IVA 01679820033 - C.F. 94031260030 - Baluardo Quintino Sella, 40 - 28100 Novara (NO)
Tel. 0321.394059 - Fax 0321.631063 - email: info@risodivinoedacque.it - Note Legali - Statistiche - Privacy
Credits: www.epublic.it