COMUNE DI GRIGNASCO

Denominazione abitanti: Grignaschesi
Numero abitanti: 4779
Altitudine: 322 m.s.l.d.m.;
Superficie: 14 Km²
Festa Patronale: 15/8/2017 - S. M. Assunta
Sito Ufficiale: http://www.comune.grignasco.no.it

Storia e Territorio

Reperti paleontologici e preistorici attestano insediamenti sul Monte Fenera già dal Paleolitico. In pianura i nuclei abitati sono presenti dall’era cristiana. Il nome di Grignasco è citato nel 999 e documenti del Mille testimoniano la presenza di un monastero e un castello e, nel sec. XII, di una pieve. I territori di Grignasco e Ara sono compresi nel Marchesato di Romagnano, poi venduto nel XVI sec. ai conti Serbelloni.
Statuti del 1570 e 1608 attestano il crescente peso assunto dalla comunità, poi riformati nell'800, secolo in cui è intensa la costituzione di istituzioni culturali e sociali, dalla Banda musicale alla Società operaia di mutuo soccorso.
A fine ‘800 l’arrivo della ferrovia e l'insediamento della Filatura portano il nome di Grignasco in tutto il mondo e si sviluppano le attività legate alla lavorazione e all'arte del legno, nonchè l'industria del mobile tra le principali attività fino agli anni '70 del '900. Oggi accanto ad attività dell'industria e del terziario vive anche la rivitalizzazione della viticoltura.
Sul borgo e sul fiume Sesia domina il Monte Fenera, Parco Naturale che rappresenta un unicum dal punto di vista geologico, paleontologico e archeologico.


Patrimonio ed Emblemi

Grignasco mantiene l’antico impianto urbanistico disseminato in frazioni e il nucleo storico conserva i caratteri medievali. Nel borgo la Chiesa S. Maria delle Grazie, d'impianto romanico, ricostruita nel XV sec. con affreschi di pregio; al cimitero la pieve romanica di S. Maria in Bovagliano; gli antichi oratori di S. Antonio, S. Rocco e S. Graziano; la parrocchiale dell’Assunta, capolavoro del barocco piemontese su progetto del Vittone; la viuzza delle cappelle della Via Crucis e resti del castello di S. Genesio.
Tra le residenze storiche, la casa a loggiato “Il Roncaccio” e Palazzo Durio.
Ad Ara troviamo le Grotte, antico luogo di culto delle acque e la vite autoctona in rinascita; nella cultura popolare è sentito il carnevale con la maschera locale.
È Comune del Parco Naturale del Monte Fenera.
Grignasco è inserito negli itinerari tematici: archeologici, abbazie e antiche pievi, Seicento nel novarese, sentieri del Parco del Monte Fenera e dei “Veleggiatori e del Malconcio”, con punti di osservazione di birdwatching e percorso nordic walking tour delle Colline Novaresi.
I piatti tipici locali richiamano quelli valsesiani, come la salsa bagnetto verde, il salam d'la duja, il batu dal lard, il sanguinaccio e la torta di pane. Tra i prodotti tipici il miele, soprattutto nella frazione di Ara, e la coltivazione della vite per la produzione del Boca DOC e della gamma Colline Novaresi DOC, in particolare nelle colline della Traversagna.
Grignasco.pdf


Mappa

Riso di Vino e d'Acque - P.IVA 01679820033 - C.F. 94031260030 - Baluardo Quintino Sella, 40 - 28100 Novara (NO)
Tel. 0321.394059 - Fax 0321.631063 - email: info@risodivinoedacque.it - Note Legali - Statistiche - Privacy
Credits: www.epublic.it